Deep Demonstrator Milano

Obiettivo del progetto EIT Climate-KIC Deep Demonstrator Milano (DDMi) è stato contribuire alla riduzione dell’impronta di carbonio ed al raggiungimento del target Città Carbon Neutral al 2050, operando a supporto del Piano Aria Clima del Comune – PAC. Il Piano, le cui linee di indirizzo e avvio risalgono a ottobre 2019, è stato adottato nel dicembre 2020 e definitivamente approvato nel febbraio 2022.

Il progetto DDMi prevedeva in particolare, oltre che l’inserimento di sperimentazioni tecniche puntuali tra le azioni del PAC, la realizzazione di un processo di ingaggio della società milanese nel percorso di costruzione e attuazione del Piano, in chiave di corresponsabilizzazione per il raggiungimento degli obiettivi.

Le attività realizzate nel 2020 sono state: un questionario preliminare; un’iniziativa di lancio del processo di ascolto; tavoli di lavoro dedicati a specifiche categorie di stakeholders articolati secondo i temi chiave del PAC (Milano sana e inclusivaMilano connessa e altamente accessibileMilano ad energia positivaMilano più fresca); assemblee informative dedicate ai nove municipi milanesi; la raccolta formale di osservazioni tramite la piattaforma web del Comune dedicata alla consultazione online; la restituzione documentale degli esiti del processo.

Nel 2021 le attività sono proseguite con riferimento all’Ambito del PAC Milano consapevole, con la realizzazione di un’esperienza pilota di Tavolo dei Cittadini estratti a sorte (gen.-feb.) e con la predisposizione di un Piano di Fattibilità Operativa per la messa a punto e attivazione dell’Organismo Permanente di rappresentanza dei cittadini per il Clima (Azione PAC 5.1.4) che ne approfondisce gli aspetti di: natura e mandato, composizione e metodo di selezione, formazione dei partecipanti, modalità e tempi di lavoro, forme di riconoscimento ai partecipanti e possibili metodi di finanziamento. Il lavoro è stato arricchito da incontri di confronto con altre città e rappresentati di organizzazioni e istituzioni che si stanno cimentando con modelli di “democrazia del sorteggio”.

Poliedra, insieme a Comune di Milano e ad AMAT – Agenzia Mobilità, Ambiente e Territorio di Milano, ha coordinato e gestito il percorso di coinvolgimento di stakeholder e cittadini. La partnership del progetto coinvolgeva inoltre il Politecnico di Milano – DENG, Dark Matter Labs e Bankers Without Boundaries.