BiTiBi

Easy and energy efficient from door to door Bike+Train+Bike

Periodo: 2014 – 2016

Programma di finanziamento: Intelligent Energy Europe

Sito web: bitibi.eu

Galleria fotografica: flickr

Il progetto BiTiBi ha diffuso e scalato il modello olandese di promozione dell’integrazione modale bici-treno-bici in Italia, in Belgio, in Danimarca, in Spagna e nel Regno Unito, ispirando altre città europee ad adottare tale approccio multimodale ai trasporti.

Il consorzio di progetto, formato da operatori ferroviari supportati da partner tecnici, ha infatti sviluppato progetti pilota nelle diverse nazioni, basandosi su questi principi:

  • Sviluppare ricoveri sicuri, protetti e convenienti per le biciclette presso le stazioni ferroviarie
  • Fornire servizi di bike-sharing convenienti
  • Riunire attorno allo stesso tavolo gli stakeholder della mobilità ciclabile e ferroviaria
  • Integrare i sistemi di pagamento dei servizi per la bicicletta e del trasporto ferroviario
  • Comunicare in modo propositivo i vantaggi del combinare bicicletta e treno

Il nostro ruolo

Poliedra ha coordinato l’implementazione dei progetti nelle diverse aree pilota, sviluppando uno strumento per la definizione del Piano di Azione e del monitoraggio dell’avanzamento delle azioni stesse, garantendone i tempi e la corretta modalità di implementazione. Inoltre siamo stati il partner tecnico nel caso pilota italiano sviluppato da FerrovieNord, il gestore della rete ferroviaria della Lombardia, supportandolo nelle azioni di promozione dell’intermodalità bici+treno.

Le attività

Il progetto ha sviluppato attività di marketing e comunicazione per la promozione dei servizi per la bicicletta presso le stazioni, incentivandone la realizzazione da parte degli operatori ferroviari partecipanti al progetto.

In particolare nel caso pilota italiano FerrovieNord, oltre a testare la fattibilità del concetto BiTiBi, lo ha esteso all’intera rete di stazioni di cui è gestore, coinvolgendo i principali stakeholder con un approccio partecipato.

Nel 2015-2016, la collaborazione tra Poliedra e FerrovieNord ha portato all’implementazione delle seguenti attività:

  • inaugurazione della velostazione di Como Borghi durante la settimana europea della mobilità (22/09/15), il cui accesso è regolamentato attraverso la tessera integrata di abbonamento ferroviario;
  • piano di realizzazione di una rete di velostazioni avviando i lavori in 11 stazioni;
  • implementazione di un sistema di monitoraggio automatico dell’utilizzo delle velostazioni;
  • monitoraggio periodico dell’utilizzo delle velostazioni e del bike-sharing, attraverso uno scambio continuo con i diversi attori locali;
  • organizzazione degli eventi “Bici-Treno-Brinda!” che si sono tenuti nelle velostazioni di Bollate Centro, Bollate Nord e Como Borghi nel giugno 2016;
  • corsi di autoriparazione delle biciclette e per imparare ad andare in bici.

Poliedra ha inoltre organizzato il seminario nazionale sull’intermodalità bici+treno che ha coinvolto un centinaio di stakeholder interessati a promuoverla.

Risultati

Nell’arco dei tre anni di progetto, BiTiBi ha dimostrato che le azioni implementate nelle aree pilota hanno un reale potenziale in termini di spostamento modale dall’auto alla combinazione bici+treno.

Per calcolare l’impatto di BiTiBi a livello europeo, è stato costruito uno scenario al 2030, ipotizzando che una quota del 20% dei pendolari in treno utilizzeranno la bicicletta per raggiungere la stazione (la metà rispetto a quanto avviene attualmente in Olanda). Considerando un investimento di base per l’installazione di rastrelliere e i diversi benefici sociali, ci sarebbe un ritorno del 400% sull’investimento. In altre parole, la società beneficerebbe quattro volte rispetto all’investimento effettuato.

Il progetto ha infine aumentato la consapevolezza degli operatori ferroviari rispetto alle potenzialità di far parte di un consorzio internazionale, con lo scopo di promuovere l’innovazione e la sostenibilità.

La griglia di criteri per la valutazione della circolarità e della sostenibilità ambientale e sociale delle iniziative censite nell’Atlante dell’Economia Circolare è stata pubblicata sul portale all’interno delle Linee Guida.